La festa eucaristica del 1° luglio

Pubblicato il

La Famiglia del Rogate (Rogazionisti, Figlie del Divino Zelo, Laici Rogazionisti) dal 1886 celebra con grande solennità la data del 1° luglio, come evento eucaristico per eccellenza della sua storia e della sua spiritualità, memoria della presenza stabile di Gesù Eucaristia nell’Opera. Così lo stesso S. Annibale delinea i suoi connotati storico-teologici che consegna alla storia ed ai suoi figli e figlie: Questa festività, è di prim’ordine in tutta la nostra Pia Opera degli Interessi del Cuore di Gesù… E’ un tributo annuo di amore e di fede, che tutta l’Opera, in tutti i singoli membri, e in tutte le sue case, dalla più grande alla più piccola, offre all’adorabile nostro Sommo Bene Gesù in Sacramento, come centro di tutti gli amori, di tutti i sacrifici, di tutte le espiazioni, di tutti i ringraziamenti, di tutte le suppliche preghiere, di tutte le pratiche di pietà e le sante speranze della Pia Opera, come sorgente di tutte le grazie, di tutte le misericordie, di tutti i celesti favori del Divin Cuore di Gesù, presenti, passati e futuri di questa Pia Opera e di quanti vi sono appartenuti, vi appartengono e vi apparterranno. E’ un debito di gratitudine per l’amorosa e dolcissima dimora di Gesù in mezzo a noi di giorno e di notte, nonostante tutte le nostre miserie e infedeltà, nonostante tante volte la languida fede, la non piena e pronta corrispondenza al suo amore alle sue aspirazione”. In questa occasione in tutte le case dei figli e figlie di S. Annibale nelle diverse parti del mondo, si vive la giornata eucaristica caratterizzata dall’adorazione personale e comunitaria per ringraziare il Signore della sua presenza nel SS.mo Sacramento dell’altare in forma stabile, come “centro amoroso, fecondo, doveroso e continuo dell’Opera“.