Castel S. Pietro Romano ha accolto le reliquie di S. Annibale con una risposta coinvolgente

Pubblicato il

Il piccolo comune di castel S. Pietro Romano, nella diocesi di Palestrina, a 750 metri di altezza, insieme col parroco don Bruno Sperandini, il sindaco Gianpaolo Nardi e l’Amministrazione Comunale nei giorni 16-20 maggio 2018 ha accolto e venerato il reliquiario di S. Annibale M. Di Francia ivi condotto da P. Angelo Sardone insieme con l’ex-allievo rogazionista Saverio Ceglie di Altamura. Un programma ben articolato preparato da P. Angelo e convidiso da don Bruno e dal Consiglio Pastorale ha permesso nell’arco di questi giorni santi di interessare ed avvicinare tutte le categorie della comunità parrocchiale e cittadina, bambini, ragazzi, giovani, famiglie, ammalati ed anziani, alcuni dei quali visitati nelle proprie abitazioni. Inoltre è stato interessato il CDV di Palestrina guidato da don Bruno, con la presenza, sabato 19 maggio, dei membri del Monastero Invisibile, un movimento legato alla preghiera per le Vocazioni con un apposito momento di adorazione eucaristica, e diversi parroci del circondario membri dell’Unione sacerdotale di preghiera per le vocazioni. In un clima gioioso di fraternità e di accoglienza, si è sviluppata una conoscenza più adeguata di S. Annibale attraverso i momenti liturgici della preghiera delle Lodi mattutine e dell’Ora Sesta (sempre partecipati da una ventina di persone), l’adorazione eucaristica nell’arco della prima mezza giornata, la celebrazione eucaristica serotina (in particolare il rito dell’Unzione degli infermi), l’incontro con i bambini e ragazzi di scuola elementare e media e le varie iniziative dopo cena che hanno visto la partecipazione di numerosi fedeli per conoscere S. Annibale  ed il suo impegno per le vocazioni e la carità verso i piccoli ed i poveri. Il tutto si è concluso domenica 20 maggio solennità delle Pentecoste la mattinata con il rinnovo delle Promesse Matrimoniali e la sera con il rito dell’Iniziazione al percorso di formazione carismatica dell’Unione di Preghiera per le Vocazioni (UPV) hanno aderito  molti fedeli sostenuti dallo zelante ed entusiasta don Bruno. La processione per il suggestivo borgo del paese che dal 1953 al 1961 è stato set cinematografico di numerose celebri pellicole del Realismo Italiano, ha concluso l’intensa giornata e permanenza del reliquiario di S. Annibale. Parroco e sindaco, rappresentato per l’occasione della signora Patrizia Fornari, vice-sindaco, hanno voluto affidare ad una targa commemorativa metallica posta sulla facciata della chiesa, a destra dell’entrata, il ricordo memorabile dell’evento.

Castel SPR 08

Castel SPR85Castel SPR88Castel SPR87Castel SPR86Castel SPR84Castel SPR83Castel SPR82Castel SPR80Castel SPR81Castel SPR79Castel SPR76Castel SPR75Castel SPR78Castel SPR77Castel SPR73Castel SPR74Castel SPR91Castel SPR72Castel SPR97Castel SPR94Castel SPR71Castel SPR70Castel SPR68Castel SPR90  Castel SPR69Castel SPR67Castel SPR65Castel SPR66Castel SPR61Castel SPR06Castel SPR01Castel SPR05Castel SPR02Castel SPR64Castel SPR07Castel SPR04Castel SPR63Castel SPR62Castel SPR03Castel SPR60Castel SPR59dCastel SPR08Castel SPR09Castel SPR58 Castel SPR11Castel SPR57Castel SPR56Castel SPR55 Castel SPR54Castel SPR12Castel SPR53Castel SPR52Castel SPR13Castel SPR48Castel SPR51 chieCastel SPR14sa a deCastel SPR50Castel SPR15Castel SPR49Castel SPR47stra dell’entrata, il ricordo memorabileCastel SPR17Castel SPR16 dell’evento.Castel SPR46Castel SPR99Castel SPR44Castel SPR42Castel SPR45Castel SPR20Castel SPR43Castel SPR41Castel SPR18Castel SPR100Castel SPR40Castel SPR21Castel SPR39Castel SPR96Castel SPR36Castel SPR38Castel SPR33Castel SPR34Castel SPR35Castel SPR102Castel SPR98Castel SPR22Castel SPR101Castel SPR31Castel SPR92Castel SPR32Castel SPR95Castel SPR28Castel SPR19Castel SPR93Castel SPR24Castel SPR23Castel SPR30Castel SPR29Castel SPR25Castel SPR89Castel SPR27Castel SPR26